powered by

Ultime notizie

  • seguici su

    segui le nostre attività su: 

    https://www.facebook.com/visnova.atleticasalerno/

     

    Se ritieni  nostre iniziative meritevoli, puoi  inviare un libero contributo a:

    A.S. Dilettantistica Atletica Vis Nova

    c/c postale n. 57787509    

    IBAN: IT-93-P-07601-15200-000057787509 

    causale: Contributo volontario 

    Leggi tutto

  • CORSI GRATUITI PER RAGAZZI

    CORSI PER RAGAZZI GRATUITI

    L'A.S. dilettantistica Atletica Vis Nova aderisce al PROGETTO CONI RAGAZZI. nato dalla collaborazione tra la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero della Salute e il CONII è un progetto sportivo, educativo e sociale che prevede un’attività sportiva pomeridiana gratuita, offerta attraverso le associazione/società sportive dilettantistiche, ai bambini dai 5 ai 13 anni residenti o domiciliati nel comune di SALERNO. I corsi GRATUITI per le famiglie si svolgeranno dal lunedì al venerdì presso lo stadio Vestuti di Salerno dalle ore 16,30 alle ore 17,30.
    Art. 4 Requisiti per la candidatura 

    Leggi tutto

  • TROFEO REGIONALE CONI

    Si è svolta allo stadio Vestuti la manifestazione denominata TROFEO REGIONALE CONI. 

    Leggi tutto

  • Si riprende

    Dal 14 settembre vieni allo stadio Vestuti e scopri quanto è divertente correre, saltare e lanciare con l'atletica Vis Nova.

    Leggi tutto

  • Memorial Enzo Della Guardia

    Baronissi. Il team VIS NOVA, in collaborazione con la Fidal  Campania

    Leggi tutto

  • Campionati Italiani Pentathlon Lanci Master

    Svolti a Salerno organizzati dall'atletica Vis Nova con il Patrocinio del Comune e del CONI di Salerno, alla presenza di Francesco Pignata consigliere nazionale Fidal e di Gerardo Lisi, oltre alla autorità politiche e sportive della campania i C.I. Pentathlo lanci master

    Leggi tutto

  • Giovanni Forever...L'ultimo sprint !

    Salerno Master Meeting.
    Giovanni Forever...L'ultimo sprint !
    di Nello de Martino

    Leggi tutto

  • Salerno Master Meeting

    Mario Longo vince meritatamente il Trofeo Basile disputatosi a Salerno per commemorare proprio l'improvvisa morte di Giovanni Basile, atleta master di ottimo livello ed uomo esemplare.

    Leggi tutto

  • Salerno Master Meeting

    SABATO 11 Aprile 2015 "Stadio Vestuti" "Salerno Master Meeting" Ricordando Giovanni Basile...La grande Festa dell'Atletica Master Italiana. Una Produzione "Vis Nova Atletica Salerno". CONDURRÁ l'Evento il Giornalista Nello de Martino

    Leggi tutto

  • C.I. pentathlon Lanci Master

    L'Atletica Vis Nova organizza con il Patrocinio del CONI e del Comune di Salerno i Campionati Italiani di Pentathlon Lanci e il 


    Leggi tutto

Approvato dalla FIDAL il percorso della Salerno Marathon
percorso_maratona_di_salern.gifE' stato approvato dalla FIDAL il percorso della Salerno Marathon in programma il 9 dicembre.
Disponibile, in area documenti, una versione caricabile e stampabile.

Misurato e rimisurato, il percorso della Salerno Marathon è stato verificato ed approvato dagli organismi FIDAL. La principale novità è data dall'inversione di direzione rispetto allo scorso anno.

Si parte dalla parte più antica di Lungomare Trieste a Salerno, non lontani dalla Villa Comunale. Di lì comincia una lunga discesa in rettilineo (e potremmo dire proprio discesa, visto che si presenta in falsopiano leggermente in discesa) fino al fiume Sele.

In particolare, percorso tutto il suggestivo lungomare di Salerno, attraversata la zona Orientale con i quartieri di Torrione, Pastena e Mercatello, sempre sul lungomare, si imbocca la litoranea per Paestum a partire dal quartiere di Torre Angellara. Dopo aver costeggiato lo stadio Arechi, si raggiunge (circa 1500 metri dopo) il fiume Picentino, attraversabile su un ponte dal dislivello limitato. Dopo il ponte si superano anche i primi dieci chilometri. Da questo momento si è nel territorio del comune di Pontecagnano Faiano. Si continua sempre in rettilineo, fino al ponte sul fiume Tusciano, raggiunto poche centinaia di metri dopo il 15mo chilometro. Superato questo ponte (anch'esso agevole) si entra nel territorio di Battipaglia, nella zona detta 'Spineta' dove il retilineo è costeggiato sulla destra da pineta e spiaggia, sulla sinistra da parecchie aziende zoo/agricole, molte orientate all'allevamento di bufale, per la produzione di una mozzarella doc delle più note e gustose.

Il passaggio alla 'mezza' avviene praticamente nel territorio del comune di Eboli (poco dopo l'idrovora). La località di Campolongo, famosa per lo sbarco delle trupppe alleate del generale Clark nella seconda guerra mondiale, è forse oggi più nota per la struttura pubblica di un ospedale per la riabilitazione da traumi ortopedici, fra i più famosi d'Italia, frequentato spesso da atleti di notevole valore di vari sport incorsi in infortuni gravi. 

Il rettilineo comunque continua nel territorio di Eboli fino al ventottesimo chilometro, quando si attraversa il fiume Sele, placido nella sua splendida foce, e si entra nel comune di Capaccio. Siamo non lontani dalle rovine del Tempio detto di Hera Argiva, in una zona che nel secolo scorso era paludosa, ma che, per effetto di una massiccia bonifica è una delle zone agricole più lussureggianti, famosa per coltivazioni tipiche, quali quella del carciofo.

Un paio di curve, si lascia la via litoranea, si imbocca la via Laura (della quale si persorre solo il tratto iniziale) ed al semaforo si gira a sinistra, in direzione della piazza centrale di Capaccio Scalo. Si arriva a Capaccio Scalo al chilometro 36. I maratoneti sanno che questo è il momento più difficile della gara, quasi sempre quello decisivo. Lo si percorre nel centro abitato, contando sull'incoraggiamento della gente locale, da sempre molto sensibile a questo tipo di manifestazioni.

Da Capaccio Scalo si imbocca un viale alberato che porta fino al quarantesimo, praticamente all'ingresso della zona archeologica. A questo punto si effettua il giro completo delle mura (lato sud est) per rientrare dall'inizio sul vialone dei templi.

Lo si percorre interamente, passando fra la Basilica ed il Tempio di Nettuno da un lato, il Museo e Villa Salati dall'altro, l'anfiteatro da un lato, la piazzetta con la basilica paleocristiana dall'altro, fino al Tempio di Cerere, presso cui è disposto l'arrivo.

Il percorso si presenta molto pianeggiante e veloce.

Gli atleti faranno il resto...